Imbucati di Sky arte HD – I mobili che si mangiano

Sabato e Domenica il Fuorisalone si riempie a dismisura di gente ed imbucarsi è davvero un’impresa data l’altissima concorrenza.
Nonostante evidenti difficoltà logistiche nei spostamenti la visita al padiglione Italia in via Oslavia è stata la cosa più piacevole e divertente fatta ieri.

Fatto con il cibo – FoodMade

Tutti giovani con proposte interessanti.

 

useDesign con il loro progetto l’utile diventa inutile e l’inutile diventa utile. Hanno realizzato una serie di oggetti partendo dalle briciole di pane mescolate con della resina naturale. “Le misture di farina e sale da una parte e di briciole di pane secco dall’altra, mescolate opportunamente con resine naturali trasformano questi semplici ingredienti in impasti facilmente malleabili e dalla forte resistenza strutturale, caratterizzati da textures raffinate e dalla forte componente materica.”

usedesign_nips-photo

Leonardo Talarico con la sua poltroncina totalmente realizzata in Tofu passa inosservata all’interno del padiglione, occorre soffermarsi e leggere la legenda per capire che è stata costruita con piccoli pezzi di Tofu essicati e colorati con prodotti naturali.

leonardo-talarico_tofus

Lanzavecchia+Wai associano la crisi al cibo ed infatti i loro mobili si possono mangiare, ma una volta digeriti la parte che rimane non è da gettare perché assume nuove funzioni.

Spettacolare il tavolino con il piano in caramello: una volta mangiato il piano, il sostegno in ferro si trasforma in un essenziale portacandele.
“Pezzo dopo pezzo il corpo dell’oggetto viene eroso mettendo a nudo un’anima che rimarrà nel tempo. Premessa che potrà favorire il ritorno alle necessità più elementari: una riflessione sull’essenza autentica delle cose che ci guiderà anche nel futuro..”

lanzavecchiawai_web

CTRLZAK Art & Design Studio propongono dei contenitori monouso per il consumo del cibo fortemente simbolico, in quanto utilizza il materiale che compone l’Ostia come base per la realizzazione di piatti, scodelle dal design mistico.

transubstantia_ctrlzak_1_web

 

I Cucurbita propongono il riutilizzo della Zucca mantovana, presente nella tradizione di quella città, donandole nuova vita con la creazione di mobili resistenti e belli utilizzando il diffuso ed economico vegetale “un prodotto naturale, realizzato mediante l’impasto di amidi, zuccheri e polpa di zucca. L’adesione al pannello avviene attraverso catene di amidi tra fibre di zucca e porosità del legno, evitando così l’utilizzo di collanti.”

cucurbita-2

 

One thought on “Imbucati di Sky arte HD – I mobili che si mangiano

  • 15 aprile 2015 at 14:29
    Permalink

    SBSetting is a must have attribute for an iPhone
    4. You can simply contact to your cellular carrier to unlock iPhone
    for you if you are not able to unlock your it. A great approach will not make
    my wheelchair evaporate.

    Reply

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.