Tadao Ando – Come fare bella figura con un muro di cementoTadao Ando

State camminando per strada con un amico e passate accanto ad un muro in cemento armato molto liscio.
Ecco l’occasione per fare bella figura dicendo “Quel muro sembra fatto da Tadao Ando”.
Il vostro amico vi guarderà con sorpresa ammutolito dalla vostra conoscenza.

Tadao Ando, camionista, pugile poi autodidatta nel mondo dell’architettura è tra gli architetti più alla moda del mondo.
La sua caratteristica principale è l’uso di casseformi (stampi) per il cemento proporzionate secondo le dimensioni del tatami giapponese e talmente lisci da apparire irreali.

You are walking down the street with a friend of yours and you go next to a very smooth concrete wall.
Here is your chance to impress him by saying “That wall seems to be made by Tadao Ando.”
Your friend will look at you speechless and surprised by your knowledge.
Tadao Ando, a truck driver and boxer prior to settling on the profession of architecture, despite never having taken formal training in the field. is one of the most fashionable architects all over the world.
He favors the “as-cast” method of concrete construction, he uses formworks to proportionate concrete on the size of Japanese nuptial beds and to give it a natural smooth finish, so “silky” that it seems even unreal.

Estás caminando por la calle con un amigo y pasáis delante de una pared de hormigón armado, muy resbaladiza.
Esta es su oportunidad para lucir bien diciendo “Esa pared parece haber sido hecha por Tadao Ando.”
Tu amigo te mirará con sorpresa, mudo con tus conocimientos.

Tadao Ando, un conductor de camión, boxeador y autodidacta en arquitectura es uno de los arquitectos más de moda del mundo.
Su principal característica es el uso de encofrados (moldes) para el cemento proporcionados con el tamaño del tatami japonés, y tan suave que llega a parecer irreal.

4 thoughts on “Tadao Ando – Come fare bella figura con un muro di cementoTadao Ando

  • 10/03/2012 at 13:44
    Permalink

    Fico.
    Anche se mi sorge una domanda spontanea: “autodidatta nel mondo dell’architettura” significa che ha studiato da solo poi laureandosi oppure è uno senza laurea?
    Che faccia attenzione, girano i controlli della finanza. 😀

    Reply
  • 10/03/2012 at 13:46
    Permalink

    Ciao Stefano,

    Ha un bel po’ di lauree ad Honoris Causa, ma agli inizi lui non era architetto e per fortuna non in tutte le nazione serve l’abilitazione per praticare la professione di architetto, così ha potuto lavorare in Giappone tranquillamente.

    Reply
  • 10/03/2012 at 17:32
    Permalink

    Io adoro il giappone anche per questo. 🙂
    Mi piace.
    Complimenti per il blog, seguo occasionalmente pro-fumo e questo mi mancava. 🙂
    Hank B aka Insane Soul.

    Reply
  • 14/08/2013 at 17:58
    Permalink

    L’arte non abbisogna di diplomi, la bellezza è insita nell’opera di Tadao. Il miglior architetto del mondo? Colui il quale non possiede le monografie dei grandi, esposte in studio.

    Reply

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *