Biennale di Architettura a Venezia 2012 – Padiglione polacco

La pigrizia. 
Questo è il titolo esatto che il Padiglione della Polonia alla Biennale di Architettura di Venezia meriterebbe.

Lo spazio vuoto del padiglione riempito solo dai rumori amplificati che provengono dal suo interno vuole dirci che l’Architettura è suono.

Sicuramente questa è un’architettura capace di reggere qualsiasi evento catastrofico, dai terremoti alle guerre, ma incapace di proteggervi dalla pioggia o ripararvi dal vento.

La Giuria internazionale della 13. Mostra Internazionale di Architettura composta da Wiel Arets (Presidente, Olanda), Kristin Feireiss (Germania),Robert A.M. Stern (USA), Benedetta Tagliabue (Italia), Alan Yentob (Gran Bretagna) ha deciso di attribuire all’utopia urbanistica di Monica Sosnowska al Padiglione Polonia una menzione speciale, quindi la mia opinione sarà sicuramente errata.

4 thoughts on “Biennale di Architettura a Venezia 2012 – Padiglione polacco

  • 5 ottobre 2012 at 23:07
    Permalink

    Interessante lavoro di acustica, segnalato dal prof. l. Tronchin.
    Nel giorno della visita (05/10/12) non era disponibile adeguata documentazione tecnica.

    Reply
  • 29 ottobre 2012 at 13:30
    Permalink

    Non sono gli unici che ho trovato pigri ahimè!

    Reply
    • 29 ottobre 2012 at 16:04
      Permalink

      Ciao Nut, chi altri ? Sono sempre curioso di conoscere altre opinioni.

      Reply

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.