Pieke Bergmans

Pieke Bergmans e le lampade platoniche

Il suo modus operandi preferito è quello di alterare i processi di produzione esistenti per creare nuove forme.
Pieke non progetta e non pianifica i suoi pezzi di design.
Studia il metodo con cui vengono prodotti e poi inserisce quel “granello di polvere” che altera il processo produttivo.

Se camminiamo in linea retta ed ad un certo momento decidiamo una piccolissima deviazione di un grado, nel tempo quel piccolo evento iniziale quasi insignificante per la sua entità, ci porterà in un luogo distante chilometri dall’iniziale traguardo.

Questo è il metodo utilizzato da Pieke, inserisce una piccola variabile nel processo di realizzazione del manufatto per ottenere un risultato finale del tutto inatteso, fresco e spontaneo. Una mirabile combinazione tra forma e messaggio racchiusa in un gesto galante.

Come scegliere una cucina?

Come scegliere una cucina?

[quote]Come si sceglie una cucina?[/quote]

[quote]Come facciamo a capire la qualità dei componenti ?[/quote]

[quote]Come possiamo sapere se quello proposto è il prezzo giusto per il nostro living-cooking?[/quote]

Show-roomQueste e molte altre ancora, sono le domande che ci poniamo quando dobbiamo scegliere la cucina per la nostra casa.
Non sempre il costo maggiore corrisponde ad un prodotto migliore, ormai lo sanno anche i bambini che è molto più importante il rapporto tra qualità e prezzo.

Grazie all’invito del Gruppo Euromobil e alla gentilezza dell’architetto designer Roberto Gobbo sono entrato nel sancta sanctorum della produzione del Total Home Design, qui si trovano prodotti di altissima fattura dal design minimale e ricercato, difficilmente riuscirete a trovare soluzioni per la casa di qualità superiore.

Euromobil Cucine ha aperto le porte per illustrare la sua produzione e il nuovo concetto di Living Cooking sempre più diffuso all’interno delle nuove case; ne ho approfittato per porre mille domande: dalle più classiche a quelle più stravaganti.

A breve analizzeremo insieme al Gruppo Euromobil i dettagli che distinguono i buoni prodotti dalle cucine più scadenti. Quando farete un acquisto sarete più consapevoli ed eviterete spiacevoli sorprese nel futuro, perché la qualità di una cucina si apprezza solo utilizzandola per molti anni.

VITEO Shower – la doccia rovescia

VITEO Shower – la doccia rovescia

Chiariamo subito che la doccia rovescia VITEO è un divertissement, ovvero un oggetto capace di destare la nostra curiosità e per questo simpatico e divertente. È una doccia che funziona diversamente da quelle normali: il getto proviene dal basso verso l’alto.

Questa doccia è ideale per l’esterno: bordo piscine, giardini, terrazze e pontili, si aziona semplicemente con il peso della persona e può generare un getto alto da 2 a 4 metri (dipende dalla pressione dell’acqua), il getto parte dai fori esterni per poi ricadere dolcemente verso il centro della piattaforma.

È una doccia particolare, più che alla funzionalità si punta alla sorpresa e al gioco, ma che ha dei punti a suo vantaggio: è portatile, (la posso posizionare dove voglio) non richiede nessun tipo d’installazione con tubi e relativo idraulico, non ha bisogno di un piatto doccia e di uno scarico.

Un divano particolare

Un divano particolare

Slashed significa Strappi, nome perfetto per questo set di divani e pouf di Charlotte Kingsnorth 

Un enorme tubo rivestito tagliato da una lama affilata che rivela il suo interno dal colore giallo brillante. Stesso taglio è stato applicato al pouf, creando un perfetto alloggiamento per riporre le riviste.

Questo set di mobili sono particolari realizzati in tessuto, gommapiuma e acciaio inox perfetti per focalizzare l’attenzione di un ambiente privo di carattere.

Borsetta molle fermafogli

Borsetta molle fermafogli

È un prototipo realizzato da Peter Bristol e imita in una scala maggiorata la famosa molle fermafogli utilizzata per raccogliere i fogli. Se esiste qualcuna particolarmente orgogliosa del suo lavoro d’ufficio, questa è la borsetta perfetta per lei.  ;o)

I manici sono realizzati in alluminio, quindi dovrebbe risultare leggerissima, essendo un prototipo del designer non è possibile trovarla in commercio, ma se volete partecipare alla sua produzione in serie scrivetemi e vi metterò in contatto con Peter.

Ikeahackers

Ikeahackers

Tutti conoscono Ikea, ma non tutti conoscono Ikeahackers.

Semplificando possiamo dire che Ikeahackers è il sito per hackerare i mobili del grande produttore svedese.
In poche parole funziona così: si comprano i mobili all’Ikea, si getta via il foglietto con le istruzioni per il montaggio e si da libero sfogo alla propria fantasia.

In questo modo nascono mobili diversi, divertenti e intelligenti.
È un modo per sovvertire il sistema con eleganza e fantasia, in questo modo mobili per l’ufficio dell’Ikea diventano tavoli da bar oppure delle sedie che diventano tavolini in vetro, ecc ecc. Tutto questo è corredato da spiegazioni e foto in modo che ognuno di noi possa replicare la geniale (a volte ridicola) soluzione.

 

Idee per arredare casa: la sedia di Eduardo Garcia Campos

Idee per arredare casa: la sedia di Eduardo Garcia Campos

Eduardo Garcia Campos è una persona strana, è messicano e pilota gli aerei di linea.

Un giorno decise di realizzare una sedia e partecipare ad un concorso internazionale di design. Come tutte le persone speciali vinse il primo premio grazie alla sua fantastica creazione.

Direttamente dall’Art Nouveau del secolo scorso ecco la sua rilettura della Farfalla Monarca: leggera proprio come la farfalla, sedia di Campos e molto resistente in quanto realizzata con un unico pezzo di alluminio.

Ci son voluti 3 anni per realizzare questa magnifica sedia e moltissimi voli di fantasia.

Aykut Erol

Mobili in linea

Nel design si sperimenta, ci si diverte con le idee e con questo spirito si deve apprezzare la realizzazione di Aykut Erol per Line Furniture System.

Con una linea metallica Aykut compone il profilo di quasi tutti i mobili necessari per un soggiorno, dalla lampada al mobile, passando dalle mensole agli armadietti, è un sistema che può rigenerarsi e proseguire all’infinito attraverso tutta la casa, certo non è funzionale, ma sento di amare questo lavoro per il semplice fatto che mi riporta alla mente La Linea, personaggio protagonista di un cartone animato ideato da Osvaldo Cavandoli.