Pieke Bergmans e le lampade platoniche

Il suo modus operandi preferito è quello di alterare i processi di produzione esistenti per creare nuove forme.
Pieke non progetta e non pianifica i suoi pezzi di design.
Studia il metodo con cui vengono prodotti e poi inserisce quel “granello di polvere” che altera il processo produttivo.

Se camminiamo in linea retta ed ad un certo momento decidiamo una piccolissima deviazione di un grado, nel tempo quel piccolo evento iniziale quasi insignificante per la sua entità, ci porterà in un luogo distante chilometri dall’iniziale traguardo.

Questo è il metodo utilizzato da Pieke, inserisce una piccola variabile nel processo di realizzazione del manufatto per ottenere un risultato finale del tutto inatteso, fresco e spontaneo. Una mirabile combinazione tra forma e messaggio racchiusa in un gesto galante.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *